28 gennaio 2012

Oroscopo 2012 - I segni d'acqua


[English Version]


Oggi prendiamo spunto dai segni d'acqua (Cancro, Scorpione e Pesci) per continuare il nostro viaggio a metà fra le stelle e l'handmade.


Cancro
Il 2012 si prospetta mutevole per i nati nel segno del Cancro. I pianeti a voi propizi sono Giove e Marte, il primo donandovi fortuna per tutti gli aspetti riguardanti il denaro ed il lavoro, il secondo contribuendo alla riuscita dei progetti che riguardino la salute fisica, la bellezza ed il benessere. 
Tuttavia, per i nati in Giugno, Plutone e Urano contro suggeriscono cautela nella gestione delle risorse monetarie e pazienza nell'affrontare situazioni incerte che potrebbero portarvi insofferenza verso l'ambiente in cui vi trovate. I nati in Luglio, invece, soffrono ancora del lento transito di Saturno, che ha causato pesantezza, spossamento, morale basso. Saturno si disporrà invece propizio dal 4 Ottobre, donandovi un sospiro di sollievo.
Il cancro, dominato dalla Luna, giova della vicinanza di pietre bianche o perlacee come la Pietra di Luna, l'Opale, la Madreperla, il Cristallo di Rocca, quindi ho scelto degli orecchini con madreperle. Indossati al chiaro di luna vi doneranno uno splendore quasi accecante!
Orecchini di Cloud Number Nine


Scorpione
Nel 2012 emergono due eventi astrali importanti: Saturno il 5 ottobre entrerà nel segno mentre Giove si disporrà propizio a partire dell'11 Giugno. Saturno impiega 29 anni a compiere il giro dello Zodiaco e la sua lunga sosta in un segno significa sempre che inizierà un periodo molto impegnativo, di messa in discussione di aspetti molto importanti della vostra vita. Insomma, si aprirà una crisi, ma starà a voi decidere come affrontarla: cedendo al pessimismo ed all'auto-distruttività tipiche del segno oppure se aprire la mente alla saggezza e spronare a costruire la propria esistenza sfidando i limiti del tempo. Giove l'11 giugno concluderà l'aspetto dissonante. Fino ad allora, potranno verificarsi flessioni nei settori lavoro e denaro ed incertezze negli affari, o problemi con il fisco. Per i nati in Scorpione, il cui colore è il rosso e la cui pietra portafortuna è il rubino, ho scelto questo bellissimo anello rosso rubino.

Anello di LaPerLa
Pesci
L'evento maggiormente significativo per i nati in Pesci è senz'altro l'ingresso del pianeta Nettuno nel segno; per il suo moto lentissimo vi transiterà fino al 30 marzo 2025 e nei primi tempi interesserà i nati a Febbraio. L'influenza di Nettuno può risultare positiva o negativa: può essere insidiosa sulla sfera emotiva, oppure vi spronerà a vivere l'amore con idealismo o, ancora, vi spingerà ad elevare lo spirito con la musica, con l'arte o con la fede. Saturno dal 4 ottobre si disporrà propizio e sarà un valido sostegno di forza morale, mentre Giove, fino a Giugno, a tutti voi agevolerà il lavoro e soprattutto l'economia. Nella seconda metà dell'anno potreste accusare una flessione nei rapporti sociali e professionali.
Per questo segno, ho scelto un pendolo in acquamarina, da usare come strumento di divinazione o anche come ciondolo. L'acquamarina, oltre a rispecchiare il carattere dei Pesci, dona serenità e pace interiore, essenziali per affrontare al meglio le insidie di Nettuno.

Pendolo di The Witch Emporium
A presto con i segni di fuoco!
Previsioni astrologiche tratte da: www.sirioastrologia.it

25 gennaio 2012

Treasury Challenge #02

[ITA]
Grazie a tutti per le dolcissime ed eleganti treasury di questo challenge! E il vincitore è..

[ENG]
Thanks everybody for the elegant treasury you make this week!
And the winner is..



Visitate il suo negozio per scoprire bellissimi origami e gioielli di carta
Please, visit her shop she has lovely origami and paper jewelry


[ITA]
Alla prossima settimana con il terzo round, ovviamente il vincitore sarà scelto proprio da Mille Gru di carta! Se vuoi partecipare e sei un membro dell'Etsy Italia Team allora leggi qui:
http://www.etsy.com/teams/5056/etsy-italia/discuss/9586631/page/1

[ENG]
See you next week for the third round!
(sorry, just Etsy Italia Team's members can take part in the contest)

24 gennaio 2012

Come aprire un negozio su Etsy

Hai deciso di fare il grande passo ed aprire un negozio su Etsy? Bene, questa è la guida che fa per te! Artigiano, maker, artista, creativo, hobbista, collezionista o semplice sognatore: chiunque tu sia, hai deciso di tuffarti in una nuova avventura e aprire un negozio su Etsy, sfidando il mercato globale e soprattutto diventando parte di una vivace community. Noi di Etsy Italia Team proveremo a guidarti nei tuoi primi passi sul marketplace.
Andiamo! :)
(Guida aggiornata a Marzo 2017)

TANTO PER COMINCIARE…

Sembreremo brutali, ma meglio essere chiari fin da subito: ti avvisiamo che per vendere online bisogna farsi il mazzo. Lo dicevamo nel lontano 2013 e lo ripetiamo ancora di più oggi. Non si può aprire un negozio online e poi starsene ad aspettare che cada la manna dal cielo: se decidi di fare questo passo, sappi che richiede lavoro, tempo, dedizione e tanta pazienza. Intanto ecco le informazioni di cui hai bisogno per partire; leggi tutto attentamente!

Su Etsy NON puoi vendere qualsiasi cosa.
Ecco cosa è ammesso:
  • cose fatte a mano (handmade)
  • vintage (oggetti di almeno 20 anni)
  • materiale per creare (supplies)
Quindi, NO a rivenditori e, soprattutto, NO a cose copiate (se hai le idee un po’ confuse a tal proposito, leggiti questo post che abbiamo scritto qualche tempo fa). Il rischio che corri trasgredendo queste regole è di subire un "report" agli amministratori del sito Etsy, che provvederanno a chiudere il tuo negozio. E sappi che ci vanno pesanti.

Etsy è a pagamento.
Aprire il negozio è gratuito, ma pubblicare un'inserzione costa $0,20 USD. Quando un articolo viene venduto, ti sarà addebitato il 3,5% di commissione sul suo prezzo. Per maggiori dettagli sulle tariffe leggi qui. Ci saranno anche le commissioni trattenute dai sistemi di pagamento usati per ricevere denaro (le vedremo più avanti).

Bisogna conoscere un po’ di inglese.
Dal 2012, dopo un lavoro di traduzione avviato proprio da Etsy Italia Team, il sito di Etsy è in italiano. Alcune pagine rimangono ancora in inglese, ma le cose principali sono state tradotte. E’ quindi più agevole aprire il negozio ed orientarsi sul sito per chi non lo mastica proprio, ma tieni presente che, se i tuoi sogni si realizzeranno e sfonderai nelle vendite online in tutto il mondo, un po’ di inglese dovrai conoscerlo per poter parlare con i clienti stranieri.
Su Etsy naturalmente è disponibile la guida ufficiale all’apertura del negozio con annessi e connessi, alla quale ti dovrai sempre riferire per maggiori approfondimenti e aggiornamenti, ma abbiamo pensato di regalartene comunque una tutta EIT, con consigli sparsi qua e là.

Se sei sopravvissuto al “tanto per cominciare”, ora segui passo passo la Quick –Start checklist per avere tutto il necessario:
  • un account Etsy (per registrarti vai qui)
  • il nome per il tuo negozio
  • almeno un oggetto da vendere (che sia un articolo fatto a mano, vintage o materiale per creare)
  • una foto del tuo oggetto (almeno 900-1000 px di larghezza)
  • la lista di parole chiave per il tuo oggetto e una sua descrizione efficace
  • il prezzo del tuo oggetto
  • le spese di spedizione del tuo oggetto
  • la carta di credito/debito/conto corrente o account paypal.
Sei sul trampolino pronto al grande tuffo in questa nuova avventura!
Niente paura: Etsy Italia Team è qui per darti una mano.

1-2-3… VIA!

Per iniziare vai sulla homepage di Etsy dove trovi il pulsante “Apri un negozio”.

Lingua e valuta
Dovrai scegliere le impostazioni del tuo negozio:


Consigliamo di cliccare su “No, voglio scegliere” in modo da impostare i dati con attenzione.
Lingua: questa sarà la lingua predefinita del tuo negozio. Attenzione, perché non potrai cambiarla in seguito, ma potrai tradurre le tue inserzioni in più lingue successivamente (ne parleremo più avanti). Cerca di essere lungimirante! In Italia non si vende tantissimo, se non hai già un seguito potrebbe essere più conveniente per te impostare l’inglese come lingua predefinita. Come detto sopra, la lingua predefinita del tuo negozio non potrà essere più modificata ma potrai modificare la lingua della tua navigazione quando vuoi. E’ sufficiente cambiarla con il bottone che trovi in fondo alle pagine, come da figura.

Valuta: scegli la tua valuta di riferimento (attenzione perché di default viene proposto il dollaro se clicchi subito su Sì). Potrai cambiarla successivamente, ma solo dopo l’apertura del negozio e con possibili problemi di arrotondamento. Ti consigliamo di usare l’euro, per non incorrere nelle spese di conversione applicate da paypal o dalle banche. Anche la valuta di navigazione, può essere cambiata con il bottone nell’immagine sopra.
Nazione: scegli la nazione corretta per il tuo negozio perché questo farà sì che ti vengano messi a disposizione gli strumenti per i venditori disponibili per il tuo paese.

Dopo aver risposto ad una domanda sulla tua tipologia di venditore, puoi iniziare ad impostare il tuo shop.

Crea il tuo negozio


1 - Nome
Inserisci il nome che hai scelto per il tuo negozio (potrai cambiarlo una sola volta).

2 - Traduzioni
Come detto sopra, ora avrai la lingua predefinita del tuo shop in inglese o in italiano. Noi ti consigliamo di avere entrambe come lingue base e di attivare le opzioni di traduzione. Una è la tua lingua, l’altra è la più usata sul marketplace e nel mondo. Dopo aver attivato la seconda lingua dovrai tradurre titolo, descrizione, e tags di ogni tua inserzione. La traduzione andrà fatta anche per la tua pagina about e per le condizioni di vendita. Se sai tradurle, puoi attivare ed aggiungere altre lingue rispettando una sola regola: non mischiarle mai fra loro! Questo crea confusione in chi legge, penalizza l’indicizzazione nei motori di ricerca e il posizionamento nelle ricerche su Etsy.

3 – Informazioni sull’articolo
Usa il menù a tendina per descrivere chi l’ha creato, che tipo di articolo è, e quando è stato fatto. Se per la creazione collabori con produttori esterni dovrai compilare la domanda per l’utilizzo di una produzione esterna e questa dovrà essere approvata prima che tu possa procedere alla vendita.



4 – Categoria
Colloca il tuo oggetto in una categoria che lo identifichi bene. E’ importante perché sarà un grande aiuto per far trovare il tuo oggetto nelle ricerche. Pensa bene all’oggetto che stai mettendo in vendita e come lo cercherebbero i potenziali clienti. Attenzione: se stai vendendo un file digitale dovrai seguire queste istruzioni specifiche per digital item e attenerti alla normativa (per gli iscritti al team c’è un apposito thread dove abbiamo raccolto link alla normativa e a vari articoli esplicativi, tra cui questo sul blog Etsy).
Scegli anche le modalità di rinnovo: Manuale o automatico. Se sceglierai quest'ultimo, potrai disattivarlo in qualsiasi momento.


5 – Caratteristiche e Varianti
Compila i vari campi proposti per descrivere le caratteristiche dell’oggetto messo in vendita. Sarà un modo per aiutare l’acquirente ad avere una rapida panoramica sull’articolo, inoltre queste informazioni saranno utili per far includere il tuo oggetto nelle ricerche con filtri.

Se offri ai tuoi clienti la personalizzazione dei tuoi oggetti puoi compilare la parte riguardante le varianti (stile, colore, dimensione, materiale …) in modo che ai compratori venga richiesto, prima dell'acquisto, di selezionare un'opzione tra quelle da te proposte. Nel caso la variazione proposta comporti un prezzo diverso, potrai inserirlo qui: procedendo con la compilazione potrai inserire il prezzo per ogni tipo di variazione (es. poster 20x30 a 15€, 40x60 a 30€, ecc.). Le variazioni non sono traducibili e risultano sempre nella lingua primaria.
Caratteristiche


Varianti:

6 – Foto
Le foto sono la presentazione del tuo prodotto e spesso la base sulla quale i tuoi potenziali clienti potrebbero decidere di comprare. Ecco perché sono così importanti. Se hai seguito bene le nostre istruzioni dovresti già avere cinque foto bellissime da inserire. Se sei stato indisciplinato e non hai seguito la scaletta, ti puoi salvare in corner perché a questo punto dell’inserimento Etsy propone ancora un tutorial molto utile su come fare le foto (in inglese) oppure se preferisci ti ricordiamo una delle nostre Etsydritte perché tu possa recuperare.
Le foto devono essere tra gli 800-1000 pixel di larghezza, ma l’altezza potrà variare. Le immagini con larghezza o altezza superiore ai 1000 pixel potrebbero non caricarsi correttamente, quindi dai sempre un’occhiata all’icona in questa fase di caricamento e poi uno sguardo approfondito in fase di anteprima quando avrai confermato questa pagina. Le foto che hai inserito potranno essere sostituite e riordinate quando vorrai.



7 - Titolo - Descrizione - Tag
E qui scatta la SEO. No, non è una parolaccia, ma è probabile che te ne scappi qualcuna quando dovrai lavorarci. Questo è un altro dei punti focali da affrontare nella via verso il successo, quindi mettiti sotto e studia!
SEO sta per Search Engine Optimization (Ottimizzazione per i Motori di Ricerca). Molto in breve e molto semplificato, la SEO sarà per te la ricerca di parole che possano aiutare i clienti a trovare i tuoi prodotti; il tuo lavoro consisterà nel collocarle al meglio nel titolo, nel testo delle tue descrizioni e nel campo tag. Cosa digiteranno i tuoi clienti quando cercheranno i tuoi prodotti? Usa queste parole distribuendole bene tra titolo e descrizione posizionandole ai primi posti. Riportale nei tag usando i vari sinonimi. Poi nella descrizione dovrai scendere nei dettagli mettendoti nei panni dei tuoi potenziali clienti e rispondendo alle loro domande: misure? Peso? Materiale? Colore? Ecc. Dopo le foto, la descrizione dell’oggetto sarà la tua seconda possibilità per convincere il tuo cliente a comprare. Quindi lavora con cura! Sul forum trovi la discussione dedicata al SEO.
Eccoti qualche link utile che potrai anche utilizzare dopo per migliorare le tue inserzioni esistenti:
8 – Materiali
Qui è facile! Scrivi i materiali che hai usato per il tuo prodotto; saranno indicizzati come le tag per i risultati di ricerca. Ricorda che è preferibile scriverli in inglese.

9 – Prezzo
Indica il prezzo del tuo oggetto (senza le spese di spedizione, che andranno indicate a parte). Il prezzo sarà espresso nella valuta che hai scelto inizialmente.

10 – Quantità
Se hai più pezzi dello stesso articolo, puoi indicarne la quantità totale: man mano che verranno venduti la quantità sarà diminuita e la tua inserzione rimarrà visibile fino alla vendita dell’ultimo pezzo. La tariffa di inserzione è sempre di $0.20 USD, indipendentemente da quale sia la quantità che inserisci. Quando l’articolo verrà venduto, ti sarà addebitata una tariffa di auto rinnovo pari a $0.20 USD e così via fino ad esaurimento dei pezzi.
La nuova funzione
SKU permette di assegnare al proprio articolo dei codici/numeri utili per un inventario. E' facoltativo usarlo e lo vedrà solo il venditore. 


11 – Spedizione 
Nella sezione delle spedizioni devi indicare una serie di informazioni.
Il tempo di lavorazione: è il periodo di tempo che intercorre tra l'effettuazione dell'ordine di un articolo e la sua spedizione. Quindi è il tempo che impieghi per realizzarlo.
Il luogo dal quale spedisci: serve a far capire al cliente che sei una persona fisica, che abita a volte dall’altra parte del mondo; serve anche per la ricerca locale, per chi volesse acquistare a km0 (o quasi).
Le destinazioni verso le quali spedisci: indica i differenti costi per spedizione singola e spedizione combinata (nella seconda colonna indica il costo aggiuntivo per spedizioni combinate). Per aiutarti nella definizione delle tariffe di spedizione puoi consultare il sito delle poste oppure quelli di altri servizi di spedizione. Se le tue spese di spedizione possono essere classificate secondo standard fissi potrai creare dei profili da utilizzare per le prossime inserzioni. Ricorda di includere nelle spese di spedizione i costi della confezione! E’ inoltre possibile offrire più opzioni di spedizione con gli upgrade. Il costo che stabilisci per un upgrade di spedizione viene aggiunto al normale costo di spedizione che hai stabilito per un dato articolo. Quindi dovrai aggiungere la differenza di costo. Se ad esempio spedisci con un costo standard di 10€ ed il secondo tipo di spedizione offerta costa 15€, dovrai inserire 5€ come costo di upgrade.
Grande! La tua inserzione è pronta!

In fondo alla pagina c’è il pulsante Anteprima inserzione. Fai clic per vedere come apparirà il tuo listing una volta pubblicato sul sito. Guarda con attenzione l’anteprima: l’oggetto si vede? E’ tagliato male? Se è tutto a posto clicca su “salva e continua”! In questo modo verrà archiviata in attesa di pubblicazione e puoi continuare con l’impostazione del tuo shop.

12 – Pagamenti
E ora parliamo di come vuoi essere pagato. Perché non vuoi lavorare gratis, giusto?
Per i nuovi iscritti non è più possibile scegliere come metodo di pagamento fra paypal e Direct Check-out. Ora è tutto integrato.
Ciò significa che i clienti che vorranno pagare con paypal potranno comunque farlo, ma il venditore non ha più due conti distinti e separati.
Tutti i fondi ricevuti, saranno trasferiti sul tuo conto bancario.
Per chi non ha un conto bancario intestato a proprio nome, è possibile usare una carta prepagata dotata di IBAN. Sul nostro forum trovi una discussione dedicata al Direct Checkout
Ecco i metodi di pagamento proposti da Etsy:
  • Pagamenti diretti (direct check-out): questo sistema di pagamento rientra nel Programma di protezione del venditore Etsy. I Pagamenti diretti forniscono agli acquirenti diverse opzioni per la transazione come carte di credito, di debito e Buoni regalo Etsy. Inoltre, gli acquirenti dei paesi autorizzati possono inviare i pagamenti tramite trasferimento bancario. I venditori che offrono questo metodo di pagamento riceveranno le somme da queste vendite direttamente sul loro conto bancario nella loro valuta locale. Il versamento dei fondi del DC viene effettuato ogni lunedì. Etsy addebita una commissione per l’elaborazione di ogni transazione attraverso i Pagamenti diretti che viene detratta dall’importo totale del pagamento (articolo+spedizione). La commissione per l'Italia è del 4% + 0.30 €
Le altre forme di pagamento possibili sono:
  • Assegno o vaglia postale: se utilizzi un metodo di pagamento che ti deve essere spedito, come ad esempio un assegno o vaglia, inserisci il tuo indirizzo postale qui. Noi sconsigliamo questo metodo, oramai non lo usa più nessuno e il rischio truffa è dietro l’angolo.
  • Altro: Questo indica che prevedi un ulteriore metodo per accettare pagamenti. Noi ti sconsigliamo di usarlo perché in questo caso il pagamento avviene in maniera indipendente dalla transazione su etsy. Il rischio è di vendere e poi non essere pagati > rincorrere il cliente per farsi pagare > dover annullare la transazione.Ti consigliamo di attivare questa opzione solo quando qualcuno ti contatta e chiede espressamente di pagarti con consegna a mano.
13 – Fatturazione delle spese di Etsy
Le fatture di Etsy si pagano mensilmente ad ogni inizio mese. Per aprire il negozio è necessario inserire il numero di una carta di credito (Visa - Mastercard - American Express) quale verifica di identità. In Italia si può anche aprire un negozio con un account PayPal, cliccando su Autorizza account PayPal nella pagina della Fatturazione. Per pagare la fattura, potrai scegliere dove preferisci che vengano prelevati i soldi: da paypal, dal conto bancario o dai fondi presenti nel tuo deposito di pagamenti diretti.

Per chi ha fornito ad Etsy il proprio numero di partita iva, è possibile scaricare la fattura mensile andando su Finanze/Finances - La tua fattura/Your bill e cliccare sul mese concluso. Troverete il link per poterla scaricare, come mostrato in foto.


E infine… apri il tuo negozio Etsy!


Se hai completato tutti i passaggi puoi cliccare su “Apri il tuo negozio” e via! Ora che il tuo shop è finalmente aperto dovrai ancora occuparti di alcune cose.
  1. Info e aspetto – In questa sezione devi inserire il titolo del tuo negozio, foto di copertina, banner e icona del negozio , la foto del proprietario, i collegamenti a Facebook e Twitter, e, elemento molto importante, l’annuncio del tuo negozio: anche qui entra il ballo la SEO, quindi prepara un annuncio studiato che contenga le parole chiave per farti trovare. Inoltre sempre in questa sezione puoi scrivere il messaggio che sarà inviato automaticamente ai tuoi clienti in caso di acquisto. Per accedere alla tua pagina Info del negozio, fai clic su Il tuo negozio, quindi sul link Info e Aspetto sotto Impostazioni del negozio nella parte sinistra dello schermo.
  2. Condizioni di venditaAnche questa sezione è molto importante in quanto qui si regolano i rapporti con i clienti per pagamenti, spedizioni, restituzioni o eventuali altri dettagli necessari. La versione "classica" delle Condizioni di vendita è disponibile solo per gli utenti che l'abbiano compilata prima del mese di marzo 2016. Tutti gli altri utenti devono utilizzare il nuovo modello di condizioni di vendita.
  3. Informazioni sul tuo negozio – Compilare la pagina delle informazioni (About) che contiene informazioni essenziali sui membri del negozio, sulla eventuale produzione esterna e soprattutto sulla tua storia. Questa è la presentazione del tuo lavoro, quindi mettici tutta la passione che metti nella tua attività creativa in modo che arrivi con tutta la sua carica al tuo cliente! Per accedere alla tua pagina Informazioni sul tuo negozio, fai clic su Il tuo negozio, quindi sul link Informazioni sul tuo negozio sotto Impostazioni del negozio nella parte sinistra dello schermo.
    Ora sei pronto per lanciarti nel mondo delle vendite online.
C’è ancora molto da fare, come ti abbiamo preannunciato all’inizio, ma intanto:
  • hai posto la prima pietra
  • sei pieno di entusiasmo
  • hai a disposizione una community che ti capisce, ti sostiene, ti consiglia ed è sempre al tuo fianco. Per qualsiasi informazione, problema, dubbio o richiesta di consigli, ti aspettiamo nel forum del team su Etsy.
  • hai a disposizione il manuale del venditore di Etsy, ricco di guide su ogni aspetto necessario alla vendita
  • Ci sono le lezioni della EITschool con cui potrai approfondire e perfezionare il tuo shop
Quindi niente scuse e mettiti al lavoro!
Per aiuto, dubbi, pareri e per rimanere sempre aggiornato su tutte le novità, puoi andare sul forum del team, dove gli altri venditori potranno darti una mano e potrai farlo anche tu.

ATTENZIONE: alcune informazioni riportate in questo articolo potrebbero cambiare nel corso del tempo, Etsy è in continua evoluzione!



Scritto da Anna Bruno.

Anna vive in un piccolo paese del Piemonte. Di giorno si divide tra casa, lavoro e tre uomini, correndo pericolosamente su tacchi 12, perché la fatica va affrontata con stile. La sera si ritaglia un po’ di tempo per le varie incombenze EIT dispensando sorrisi virtuali ai nuovi iscritti.
I mille impegni quotidiani però non riescono a tenerla lontana dalla sua grande passione, il cucito, che trova libero sfogo nel suo negozio su Etsy.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...